Dal DNA alle proteine: il codice della vita

Il tema del trasferimento dell’informazione genetica è uno dei più affascinanti, ma anche dei più complessi, della biologia. La risoluzione dei quesiti fondamentali relativi a tale processo ha costitutito un’importante sfida per gli scienziati del XX secolo. Nell’approccio tradizionale i meccanismi molecolari di trasferimento dell’informazione genica vengono presentati ai ragazzi,… Continua la lettura

La coppa della giustizia di Pitagora

Solitamente il principio dei vasi comunicanti viene proposto agli studenti come applicazione delle leggi sui fluidi e sulla pressione. Al massimo si portano i ragazzi in laboratorio dopo la lezione frontale in cui si espongono i contenuti teorici. Con l’approccio flipped, invece, i ragazzi incuriositi dalla sfida cognitiva (per niente semplice) proposta attraverso la coppa della giustizia sono stimolati a cercare di capire in modo attivo il principio che ne sta alla base. La formalizzazione della teoria arriva soltanto alla fine, quando loro sono desiderosi di apprenderla.  Continua la lettura

I neuroni e la trasmissione dell’impulso nervoso

L’approccio adottato in questa UdA differisce profondamente da un approccio tradizionale che solitamente per questo tipo di argomenti è puramente trasmissivo.Innanzitutto i ragazzi vengono indotti a costruire autonomamente i contenuti della conoscenza e l’insegnante funge da guida e da accompagnatore anziché da depositario di un sapere che poi trasferisce ai… Continua la lettura

L’impronta ecologica: anche io lascio il segno!

Trovo che con l’approccio flipped gli alunni siano maggiormente stimolati a percorrere da soli una via di scoperta: scoperta di correlazioni, di cause-effetto, e le tematiche su cui il docente/conducente li vuole far riflettere emergono un po’ da sole da questo percorso. Lo studente è stimolato all’apprendimento in modo attivo e cerca soluzioni… Continua la lettura

La spinta di Archimede

L’approccio scelto dà valore all’aspetto meta cognitivo, non si limita cioè a trasmettere nozioni,come in una lezione frontale di tipo tradizionale, ma coinvolge direttamente i ragazzi nel lavoro dico-costruzione di conoscenza. Partendo da un fenomeno reale e vicino alla loro esperienza li simotiva a cercare una risposta di tipo generale,… Continua la lettura

Una efficiente rete di approvigionamento

Tradizionalmente, lo studio dell’anatomia del corpo umano viene presentato agli studenti mediantelezione frontale, il piu’ delle volte arricchita dalla visione di modelli 3D umani realizzati per scopididattici. Tuttavia, molto spesso un approccio del genere, seppur arricchito da un ausilio praticocome il modello 3D, tende a lasciare negli studenti una buona… Continua la lettura

Dalla coppa della giustizia al principio dei vasi comunicanti

Solitamente il principio dei vasi comunicanti viene proposto agli studenti come applicazione delle leggi sui fluidi e sulla pressione. Al massimo si portano i ragazzi in laboratorio dopo la lezione frontale in cui si espongono i contenuti teorici. Con l’approccio flipped, invece, i ragazzi incuriositi dalla sfida cognitiva (per niente semplice)… Continua la lettura