raccolta di unità di apprendimento liberamente condivise dagli insegnanti

Ci facciamo una città?

PLASTICO NUOVO GALLIERA_gr

L’unità di apprendimento propone di addentrarsi nello studio dei solidi geometrici attraverso la costruzione di una città (in miniatura).

Mi spiego meglio, si propone agli alunni di progettare e realizzare dei modellini di edifici sfruttando i solidi geometrici e poi di analizzare il loro prodotto, calcolando la superficie e il volume di ogni edificio, come anche la quantità di pittura necessaria ad imbiancare il loro edificio, oppure il costo di tale operazione.

Allegato:

 
Similar posts
  • Lavori in corso! All’inizio dell’anno scolastico gli alunni si sono trovati un cantiere aperto davanti alla scuola, nello spazio che solitamente usavano all’uscita della scuola per giocare tra alberi e spazio aperto. Ruspe, buche e mucchi di terra, ma per fare cosa? Il Comune, dopo dei lavori di manutenzione, intende riorganizzare questo spazio. Sarà costruito un nuovo parcheggio [...]
  • La forma si trasforma in…giocat... Attività laboratoriale sull’esplorazione delle forme geometriche solide. I bambini, in coppia, progettano e realizzano un proprio ed originale giocattolo utilizzando esclusivamente scatole e contenitori di riciclo. Allegato: File per realizzare un'UdA Flipped classroom - I Solidi • 119 kB • 310 download [...]
  • Prismi e piramidi L’Uda proposta ha lo scopo di far “scoprire” agli alunni le relazioni tra prismi e piramidi aventi la stessa base e la stessa altezza. Il prerequisito per questo lavoro è conoscere i prismi e le formule per il calcolo dell’area laterale, totale e volume. La domanda iniziale per lanciare la sfida è la seguente: Ragazzi, [...]
  • I SOLIDI Apprendimento dei solidi attraverso un’esperienza pratica. Allegato: i solidi • 104 kB • 770 download [...]
  • Un vestito per il mio amico Lego Trovo che senza dubbio l’approccio “Flipped” sia un’ottima occasione per realizzare una didattica nuova in cui sono gli stessi alunni protagonisti del loro apprendimento. L’introduzione in classe di nuovi dispositivi (quali tablet, LIM, …) da sola non basta per realizzare una didattica innovativa ma occorre una riflessione profonda sul nostro modo di stare in classe [...]

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PER TRARRE ISPIRAZIONE: a chi volesse approfondire la metodologia didattica proposta in questo sito consigliamo la lettura di Cecchinato G. & Papa R. (2016). Flipped classroom: un nuovo modo di insegnare e apprendere. UTET, Torino.

Cerca per materia: