Educare alla sostenibilità

Il tema della sostenibilità ambientale può essere trattato in due modi:

  • mediante un approccio trasmissivo del sapere

Sotto il profilo metodologico prevale una modalità didattica di tipo tradizionale il cui obiettivo prioritario è di trasmettere anzitutto dei contenuti sui temi ambientali.  Si parla infatti di “educazione ambientale” e l’attenzione è posta su conoscenze, aspetti, fattori, meccanismi alla base della vita degli ecosistemi. Viene invece sviluppato poco il rapporto conoscenza-azione mostrando una fiducia incondizionata nella razionalità e nello sviluppo delle applicazioni tecnologiche come via privilegiata per lo sviluppo sostenibile (vedi teoria della “modernizzazione ecologica”);

  • mediante un approccio attivo (vedi unità di flipped classroom)

La didattica che si basa sulla partecipazione attiva degli alunni li stimola a percepire i problemi, indagarli ed attivarsi per una loro risoluzione. Questo coinvolgimento diretto ed emotivo, che parte dall’esperienza concreta del soggetto, è l’unico modo affinché le conoscenze acquisite non siano fini a se stesse ma di supporto alla capacità individuale di re-indirizzare il proprio agire quotidiano, e affinché si diffondano comportamenti rinnovati e positivi nei confronti dell’ambiente. Far comprendere per esempio che il risparmio energetico può essere considerato “virtualmente” come la più immediata ed accessibile fonte di energia rinnovabile.

Allegato:

     
    Aggiungi ai preferiti : Permalink.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.