raccolta di unità di apprendimento liberamente condivise dagli insegnanti

Il cilindro

caramelle

Nell’approccio tradizionale si disegna il cilindro alla lavagna o sulla LIM. Poi si scrivono le formule dirette e inverse per l’area e il volume del cilindro, e si svolgono problemi applicando queste formule con i dati necessari già tutti presenti. I ragazzi sanno che devono usare tutti i dati messi a loro disposizione e tentano in qualche modo, a volte senza capire il perché, di arrivare al risultato scritto nel libro utilizzando le formule date. Con l’approccio flipped invece i dati non vengono forniti, ma sono i ragazzi stessi che se li devono procurare misurando il barattolo, e ponendo perciò più attenzione a cosa serve e cosa no. Gli alunni, stimolati da una domanda semplice e dall’esperienza diretta, facilmente riproducibile in ogni casa, cercano di trovare delle risposte. La costruzione autonoma di strategie per risolvere problemi concreti dovrebbe invogliare gli studenti a cercare sfide sempre più difficili.

Allegato:

 
Similar posts
  • Le due lattine Questo approccio ha come obiettivo incuriosire gli studenti e farli analizzare un aspetto non matematico su cui probabilmente non si sono mai soffermati (perché la forma della lattina è cambiata?). Inoltre il confronto con i compagni può spronarli a cercare una risposta alternativa e convincente, senza puntare per forza a quella algebricamente corretta. Solo in [...]
  • Il volume del cilindro L’approccio tradizionale consisterebbe nell’enunciare la formula per calcolare il volume di un cilindro; chiedere agli alunni di risolvere semplici problemi in cui applicare la formula; mostrare aglialunni le formule inverse; chiedere agli alunni di svolgere degli esercizi riepilogativi; infine, proporre il problema dei popcorn fornendo tutti (e soltanto) i dati necessari. Con l’approccio proposto, si intende rovesciare questa [...]
  • Le due lattine Questo approccio ha come obiettivo incuriosire gli studenti e farli analizzare un aspetto non matematico su cui probabilmente non si sono mai soffermati (perché la forma della lattina è cambiata?). Inoltre il confronto con i compagni può spronarli a cercare una risposta alternativa e convincente, senza puntare per forza a quella algebricamente corretta. Solo in [...]

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PER TRARRE ISPIRAZIONE: a chi volesse approfondire la metodologia didattica proposta in questo sito consigliamo la lettura di Cecchinato G. & Papa R. (2016). Flipped classroom: un nuovo modo di insegnare e apprendere. UTET, Torino.

Cerca per materia: