raccolta di unità di apprendimento liberamente condivise dagli insegnanti

Il Risparmio Energetico

index2

Nell’approccio tradizionale l’apprendimento avviene attraverso la trasmissione frammentata della conoscenza da parte dell’insegnante che risulta essere il fulcro dell’attività didattica. Lo studente è un ricettore passivo ed il gruppo può essere un fattore di disturbo. L’apprendimento è di tipo individuale e finalizzato ad acquisizioni generali e astratte.

Nell’approccio “flipped” attuato l’apprendimento è un processo di elaborazione condivisa. Il confronto fra pari genera un’integrazione di molteplici prospettive, informazioni ed esperienze. Il gruppo è una risorsa. Lo studente è attivo e supportato con strumenti per agire.

I vantaggi dell’approccio attuato sono molteplici, personalmente ritengo di fondamentale importanza l’aspetto dell’apprendimento attivo e riflessivo da parte dello studente in quanto lo stesso è portato a riflettere sui processi da attuare e sulle decisioni da prendere e questo genera un percorso inevitabilmente consapevole e responsabile. Altro aspetto importante è l’apprendimento contestualizzato in quanto il compito assume una certa significatività nel mondo vissuto reale e fa sì che sia una relazione tra il pratico ed il teorico. Ed infine l’aspetto collaborativo nel quale lo studente   è coinvolto nel conseguimento di obiettivi conosciuti e condivisi e la dimensione che lo caratterizza è fortemente dialogica.

Allegato:

 
Similar posts
  • L’effetto Joule L’effetto joule è un argomento molto difficile per gli alunni  in quanto è un concetto astratto, che non si può osservare. Nella didattica tradizionale verrebbe introdotto partendo direttamente dal concetto generale descritto con la formula:   P = R *I² dove R è la resistenza del conduttore, I l’intensità di corrente che in esso fluisce e [...]
  • Accendi una luce! Rispetto all’approccio tradizionale, in cui ragazzi assistono ad una lezione frontale o guardano un’altra persona dimostrare un esperimento, con questa metodologia, sono loro stessi invitati a costruire la loro conoscenza, discriminare le informazioni utili e sperimentare in prima persona un’invenzione. Diventano così protagonisti e responsabili del loro apprendimento. Nella prima parte dell’unità di apprendimento viene [...]

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PER TRARRE ISPIRAZIONE: a chi volesse approfondire la metodologia didattica proposta in questo sito consigliamo la lettura di Cecchinato G. & Papa R. (2016). Flipped classroom: un nuovo modo di insegnare e apprendere. UTET, Torino.

Cerca per materia: